“Molto tempo fa, in Cina c’erano due amici, l’uno molto bravo a suonare l’arpa e l’altro molto bravo ad ascoltare.

Quando il primo suonava o cantava di una montagna, il secondo diceva: “vedo la montagna come se l’avessimo davanti”. Quando il primo suonava a proposito di un ruscello, colui che ascoltava prorompeva: “Odo l’acqua che scorre!”

Ma quello che ascoltava si ammalò e morì. Il primo amico tagliò le corde della sua arpa e non suonò mai più. Da allora tagliare le corde dell’arpa è sempre stato un segno di grande amicizia”

Da 101 Storie Zen

Adelphi Editore, pag. 92, “Veri amici”

“Vi abbiamo suonato il flauto
e non avete ballato,
abbiamo cantato un lamento
e non avete pianto”

Vengelo secondo Matteo, 11,7.

SOSTIENI ARPA

Qualsiasi contributo versato a nostro favore non solo rappresenta un atto di generosità, ma gode anche di agevolazioni fiscali (articoli 3 bis lett. i-bis e 65 D.P.R. 917/86

ARPA NEWS

17 aprile 2018

Premio ARPA “Eneo Mian”

In data 13/4/2018 si è svolto il Premio ARPA “Eneo Mian” per..

17 aprile 2018

Fondazione Arpa concede il patrocinio a italiano corretto

In un’epoca di globalizzazione, dominata dall’utilizzo pervasivo dei social network e delle..

23 novembre 2017

Mostra La trottola e il robot

La Trottola e il Robot. Tra Balla, Casorati e Capogrossi 11 Novembre..

leggi tutte >